Categorie
Articoli recenti

Ad Albstadt tra Short Track e XCO

marco aurelio fontana

17 mag Ad Albstadt tra Short Track e XCO

Doppio impegno per i biker del Team Bianchi Countervail nella seconda prova di Coppa del Mondoad Albstadt (Germania). Venerdì 18 maggio, dalle 18.15, Nadir Colledani, Marco Aurelio Fontanae Stephane Tempier saranno in azione nella gara maschile di Short Track, che vedrà impegnati quaranta atleti. Domenica 20 maggio, alle 14.35, il terzetto di casa Bianchi invece prenderà il via nella prova maschile élite XCO. Qualche ora prima, alle 9.30, la reginetta d’Italia in carica, Chiara Teocchi, cercherà gloria nella prova XCO della categoria Under 23. Tutti saranno equipaggiati con Methanol CV.

E’ uno dei miei percorsi preferiti – spiega Nadir Colledani, reduce dal secondo successo stagionale a Kamnik (Slovenia) – e del resto lo scorso anno ad Albstadt ho ottenuto la prima vittoria in Coppa del Mondo, da under 23. Sono fiducioso, ma scaramantico: non rivelo il mio obiettivo. La bici? Sceglierò Methanol CV”. Stesso modello per Stephane Tempier “su un percorso non troppo tecnico ma con due belle salite. Un tracciato che con pioggia e fango rischia di diventare più insidioso. Sono in forma, voglio fare bene domenica e conquistare un piazzamento da podio. Venerdì voglio entrare nei primi 16 per partire davanti domenica”.

Chiara Teocchi è già concentrata sulla prova di XCO: “Mi sono preparata bene – le parole della bergamasca – e quella di Albstadt è una delle mie tappe preferite di Coppa del Mondo, il percorso mi piace e si sposa con le mie caratteristiche. Speriamo che tutto vada bene, sono pronta e farò del mio meglio per ottenere un bel risultato”.
Sull’imminente tappa il Prorider spiega la novità: «Per la prima volta il venerdì i primi 40 al mondo correranno lo short track, una gara di 20′-25′ su un giro corto di 1.5 km, una sfida “al fuoco” che assegnerà punti validi per la Coppa del mondo. Sarà davvero interessante vedere le tattiche adottate e l’intensità della gara. Per il resto la tappa tedesca è da sempre una delle più impegnative a livello fisico, tra salite e tronchi. Il pubblico europeo non vede l’ora di riavere la Coppa “in casa”, ci aspetta una grande festa».